Un topo, due topi, tre topi... Un treno per Hamelin | Festival Bianconiglio 22

Prossimi Spettacoli


Torre del Cerrano – Pineto

10 Luglio 2022 06:00

Mi Passion – Concerto all’alba

Nella splendida cornice della Torre di Cerrano, mentre il sole sorge dal mare, il concerto Mi Pasion della fisarmonicista Sylvia Pagni, ripercorre la grande storia dei tanghi argentini da Oblivion a Tango Para Ti, da Adios Muchahchos a Libertango.

Acquista

PIazza Martiri della Libertà - Teramo

12 Agosto 2022 21:30

NOEMI live outdoor

Teramo Natura Indomita – Virtù indomite (cartellone estivo degli eventi della città di Teramo) il 12 agosto, nella splendida cornice di Piazza Martiri della Libertà, vedrà Il ritorno live di NOEMI, all’anagrafe Veronica Scopelliti, un’artista dalla voce inconfondibile in grado di misurarsi con il pop, il soul, il R’n’B e il blues. Ha interpretato in oltre 10 anni di carriera brani dei principali autori italiani tra cui Vasco Rossi, Gaetano Curreri, Ivano Fossati, Giuliano Sangiorgi, Fabrizio Moro, Federico Zampaglione, Tommaso Paradiso.

Acquista

PIazza Martiri della Libertà - Teramo

28 Agosto 2022 21:30

LITFIBA Ultimo Girone tour

Il tour per festeggiare i 40 (+2) anni di storia e l’addio dei LITFIBA, la rock band più longeva e apprezzata del panorama italiano.

Oltre due ore di musica rock accompagnerano i fan di Piero Pelù e Ghigo Renzulli che si esibiranno domenica 28 agosto nella splendida cornice di Piazza Martiri della Libertà di Teramo.

Acquista

Un topo, due topi, tre topi… Un treno per Hamelin

Accademia Perduta Romagna Teatri

Teatro Comunale di Teramo

28 Maggio 2022 18:00

con Mariolina Coppola, Maurizio CasaliJames Foschi
scene di Maurizio Bercini
regia di Claudio Casadio

Durata: 60′

Un topo… due topi… tre topi, son troppi, son tanti…
Arrivano a branchi.
Si son dati convegno nel regno di Hamelin…
”.

C’è un patto segreto tra il Signore dei topi e il Re della città di Hamelin.
I topi sono ingordi di cibo e il Re di monete d’oro. Per questo è avvenuta la grande e terribile invasione…
La tranquilla città di Hamelin è governata da gente avida e corrotta, pronta a sacrificare la città per arricchirsi.
I topi son dappertutto: nei letti e sui soffitti, nei cassetti e sui piatti; il cuoco li trova in cima alla torta, le lavandaie in mezzo al bucato. La città cade in rovina… la peste dilaga.
La figlia del Re, ignara di tutto, supplica il padre di trovare una soluzione.
Si affiggono bandi e giungono, come in una fiera, Imbonitori, Inventori, Ammazzaratti… ma tutto è inutile.
Solo il suono del flauto fatato può riportare la speranza su Hamelin. Ma il magico Pifferaio, per catturare l’enorme Capo dei topi, ha bisogno dell’aiuto dei bambini. Sette di loro, come le sette note del suo flauto, potranno finalmente liberare la città per sempre.
E, alla fine, nella gabbia da circo, resterà l’esemplare più raro di tutta la razza topesca che i tre attori girovaghi condurranno sulle piazze, narrando ogni volta, al suono della fisarmonica, l’antica e affascinante leggenda del Pifferaio di Hamelin.

Non solo una fiaba, dunque, ma un gioco di rime, di musica e di teatro che coinvolge gli spettatori come avveniva un tempo su tutte le piazze dove la realtà si mescolava alla fantasia.
Uno spettacolo magico e divertente che conduce il pubblico dei bambini ad una riflessione profonda sull’importanza dell’onestà di chi governa un paese.

Gli attori, accompagnati in scena da musiche eseguite dal vivo, danno vita ad innumerevoli personaggi in una scenografia che, come una scatola magica, si trasforma, dando vita a suggestive ambientazioni e continue sorprese.